Questo sito è dedicato allo sviluppo e alla pratica della scrittura creativa in tutte le sue forme e comprende l’analisi critica di vari mezzi espressivi, dalla narrativa alla musica, dal cinema al teatro, passando per altre forme che fin troppo spesso sono considerate minori: la televisione e il fumetto.

notizie   /   La marchesa innamorata al Quirino

(martedì, 13 marzo 2012)

Associazione Roma Teatro Service e Fondazione Teatro Studio Jankowski
presentano

ANNAMARIA CITTADINI e MAURIZIO FARAONI
in

LA MARCHESA INNAMORATA

(liberamente tratto dal romanzo di Théophile Gautier)

Drammaturgia di DANIELA ARIANO
Regia di CLAUDIO JANKOWSKI

Con

ALASSANDRO BELLICO,VERONICA BOSCARELLO,ALESSIA CARBONARO, MAURO CORSO

e la partecipazione di

ANTONIO MOLITERNO, SILVIA CAPIZZI, LORELLA DE LUCA, CHIARA TOMEI

Aiuto Regia e Organizzazione: VERONICA BOSCARELLO
Scena e Costumi: EVA MEUCCI
Trucco: RICCARDO MONTELLA, ROCCO INGRIA e ROSY ALAI
Musiche originali composte da MASSIMILIANO PACE
Coreografia: ROSALBA FALZONE
Arredi Cineteatrali: Renato Postiglione
Complementi d’arredo: Emilio Rancati

“La Marchesa Innamorata” è una deliziosa commedia di parrucche bianche tradotta e liberamente adattata da un ormai introvabile romanzo di Théophile Gautier, scrittore, poeta e critico letterario francese vissuto in pieno ottocento.
La trama ambientata “nel bel mezzo del giocoso regno di Luigi XV”, si ispira alla classica commedia degli equivoci e racconta di una marchesa, ricca vedova dell’attempato signore di Champrosé, che nonostante l’età non più giovane è ancora animata dalla speranza di incontrare il vero, disinteressato amore. Per questo la nobildonna si traveste da merlettaia e va alla ricerca di colui che, nelle sue più rosee fantasie, dovrebbe corrisponderla nei sentimenti. Si imbatte però nel visconte di Candale, nobile scapestrato e senza un soldo, a caccia di una stabilità economica che gli permetta di continuare la sua vita dissoluta. Venuto fortuitamente a conoscenza dell’inganno perpretato dalla marchesa, Candale si traveste a sua volta da valletto per far cadere l’ingenua signora nella rete.
L’amore trionferà sugli inganni e le meschinità umane? Forse. Tra le righe resta comunque il forte dissenso dell’autore per questa nobiltà sfaccendata e insulsa, ignara che sulla sua testa (è proprio il casi di dirlo) già incombe l’ombra inquietante della ghigliottina.

Biglietti:
Platea: 18 euro
Balconate: 12 euro

Botteghino Teatro Quirino Vittorio Gassman 06.6794585

Condividi condividi su Del.icio.us condividi su Digg


 

RISPONDI


2 + 8 =

RECENSIONI PRECEDENTI

notizie cinema teatro musica scrittura