Questo sito è dedicato allo sviluppo e alla pratica della scrittura creativa in tutte le sue forme e comprende l’analisi critica di vari mezzi espressivi, dalla narrativa alla musica, dal cinema al teatro, passando per altre forme che fin troppo spesso sono considerate minori: la televisione e il fumetto.

scrittura   /   Cercare il silenzio – trovare la pace interiore

(giovedì, 24 luglio 2014)

Viviamo in un era stressante, circondati ovunque da circostanze e persone che spesso ci impediscono di essere in pace con noi stessi. Come se non bastasse, oltre a tutte gli attacchi che ci assalgono dal mondo esterno, abbiamo un altro grande nemico, questa volta interno: noi stessi. Ebbene sì, spesso siamo proprio noi il più grande ostacolo alla nostra felicità. La nostra mente spesso non sa più distinguere cosa è benefico per noi da ciò che è nocivo, confusa e disorientata da un rumore di fondo sempre più insistente e assordante. Proprio allora diviene un imperativo, una necessità di sopravvivenza l’invito che propongo con questo libro: il recupero del silenzio.

Il silenzio è senza dubbio un grande mistero, e una simile esperienza è troppo privata e impervia al linguaggio per essere espressa a parole. Quello che si può raccontare è invece il cammino per arrivare a quel silenzio interiore che ci può permettere di vedere il mondo in maniera più lucida, più accettante e più amorevole. La stessa idea di silenzio è molto personale: per alcuni può essere la preghiera, per altri il giardinaggio, per altri ancora la scrittura, fare una bella corsa, praticare la meditazione, perdersi nella musica. Come sarebbe a dire che per alcuni il silenzio è ascoltare musica? Il silenzio è soprattutto uno stato di quiete interiore, più che mai soggettiva. Per esempio, tra le varie vie al silenzio che menziono nel mio libro c’è il suonare  l’ukulele, uno strumento accessibile e semplice a un primo approccio, ma si lascia amare sempre di più man mano che si mostra nella sua complessità di strumento musicale. C’è un capitolo del mio libro (anzi più di uno per la verità) che parla di questo strumento e della sua capacità di parlarci con le sue vibrazioni, mentre lo teniamo premuto al nostro corpo come una cosa viva. Anche suonare l’ukulele può essere una meditazione, e come tale può portare a forme di rivelazione piccole e grandi. Non esistono però formule preconfezionate. Su questa terra ognuno (se è fortunato) può trovare il proprio metodo per recuperare il silenzio ed essere più felice.

Il recupero del silenzio è edito da AlterEgo e presto sarà disponibile in formato elettronico come ebook su Amazon e altre piattaforme di distribuzioni di libri elettronici.

Esiste sempre la possibilità di acquistare il libro direttamente presso l’editore, oppure si può trovare in una delle seguenti librerie:

Roma:
Libreria Aseq (Via Sediari 10 – 00186 Roma)
Tema Libri (Via Conca d’Oro, 337 – 00141 Roma)
Tra le righe (Viale Gorizia, 29 – Roma)
Pagina 348 (da fine ottobre)
Arion Tiburtina (Via Tiburtina, 543 – Roma)
Nomentana Libri (Via Nomentana, 861 E/F – 00137 Roma)

Viterbo:
Libreria Etruria (Via Camillo Benso di Cavour, 34 – Viterbo)
Libreria I Salici (Via Cairoli, 35 – Viterbo)
Libreria “Vita Nuova” (Via Giosuè Carducci, 8, 01016 Tarquinia VT)

Frascati:
Libreria Cavour (Piazza del Gesù, 18 – Frascati)

Condividi condividi su Del.icio.us condividi su Digg


 

RISPONDI


+ 4 = 13

ARTICOLI PRECEDENTI

notizie cinema teatro musica scrittura